Numero chiuso quest’anno anche per le facoltà di Lingue e letterature straniere, Lingue mercati e culture dell’Asia e Servizio Sociale. Anche la laurea triennale in Biotecnologie diventa a numero programmato e interfacoltà, andando ad aggiungersi alle storiche Medicina, Veteriaria e Architettura.

Per chi vorrà immatricolarsi alla triennale delle suddetti corsi di laurea dunque, test d’ingresso al costo di 60 euro, e poco tempo a disposizione.

I posti al bando raggiungono così la quota di 5000 su un totale di oltre 80.000 studenti iscritti alle 23 facoltà dell’Alma Mater Studiorum – distribuite tra la sedi didattiche di Bologna e Imola, e i quattro poli scientifico-didattici rispettivamente a Ravena, Forlì, Cesena e Rimini.

Il numero programmato è stato inserito per rientrare nei requisiti richiesti dal riordino dell’ordinamento didattico voluto dal decreto ministeriale del 2010 e, stando a quanto riporta Il Resto del Carlino, anche per limitare le iscrizioni in questi settori.

Riordino che coinvolgerà, oltre alle facoltà di Agraria, Farmacia, Medicina e chirurgia e Medicina veterinaria, anche Scienze Matematiche fisiche e naturali, per le quali i posti a disposizione quest’anno saranno 104 (iscrizioni entro il 30 agosto), con test di ammissione il 7 settembre. Due giorni prima invece, il 5 settembre, la prova per i futuri medici, per i quali sono previsti 403 posti, e per gli odontoiatri (32 posti), mentre la scadenza per la presentazione della domanda sarà domani, il 24 agosto.

Per chi vorrà intraprendere la carriera nelle altre professioni sanitarie (infermieri, fisioterapisti o logopedisti) la prova sarà l’8 settembre, iscrizione entro mercoledì 25 agosto. I futuri veterinari, 118, invece, si vedranno messi alla prova i 6 settembre, mentre le iscrizioni scadono venerdì 26. Avranno tempo fino al 29 agosto gli architetti (150 posti), e il 9 agosto vedremo sui banchi di prova i contendenti ai 220 posti disponibili per Scienze biologiche.

Sempre seguendo la scia della scienza, Chimica e tecnologie farmaceutiche mette a disposizione 130 posti; 200 quelli per le aspiranti al corso di laurea in Scienze delle attività motorie e sportive (facoltà di Scienze motorie) con test il 12 settembre; e mentre Farmacia a Bologna mette a disposizione 300 posti, a Rimini i posti saranno limitati a 100. Entro il 29 agosto le iscrizioni per il test del 7 settembre.

A Lingue, new entry nella logica del test d’ingresso, saranno 560 i posti per la laurea triennale in Lingue e letterature straniere e 100 per quella in Lingue mercati e culture dell’Asia (anche in questo caso prova l’8 settembre con iscrizioni entro mercoledì).

Una grossa novità è costituita dal numero chiuso imposto al corso di laurea in Servizio Sociale di Scienze Politiche, evidentemente settore che vede una sostanziosa affluenza. I futuri assistenti sociali dovranno presentarsi il 15 settembre,e iscriversi entro il 5. C’è tempo fino al 31 agosto per le triennali principali di Economia: Economia aziendale (230 posti), Economia e finanza (230), Management e marketing (160). L’esame il 7.

Restano ad accesso libero le facoltà di Lettere, Ingegneria e Giurisprudenza, facoltà in cui limitare l’accesso significherebbe ridurre notevolmente il flusso di studenti all’Alma Mater e ancor più a Bologna, la prima città universitaria nota fin dal 1080 proprio per i suoi giuristi e filosofi.