“Non abdicheremo al ruolo di criticare le cose che non ci piacciono e di dire quello che pensiamo”. Emma Marcegaglia, presidente di Confindustria, ha annunciato che domani, dall’assise generali degli industriali a Bergamo “arriverà una proposta di forte cambiamento al paese”.

Domani, ha aggiunto, “ci sarà una sessione plenaria nella quale non tirerò le conclusioni, ma cercherò di sintetizzare i punti per proporre un cambiamento forte al Paese”, spiega il numero uno di Confindustria, evidenziando che “sarà una giornata del confronto, libertà e democrazia”. Una occasione, quella delle assise, nella quale “Confindustria non abdicherà al ruolo di criticare, di dire cosa non ci piace. Noi siamo gelosi della nostra indipendenza. Ma diremo -assicura anche Marcegaglia- cose chiare che riguardano anche noi stessi”.

Ricordando, poi, che per le assise “è partita una macchina organizzativa straordinaria”, la numero uno di viale dell’Astronomia, anticipa anche che nella giornata di domani “ci saranno cinquemila persone, e anche di più” che prenderanno parte alle assise. “L’idea -sottolinea- è quella di un dibattito vero e franco su di noi, nel quale arriveremo a dare un’agenda su poche cose e chiare”. Ci sarà, dunque, una fase di ascolto organizzata in gruppi, alla quale seguirà la sessione plenaria con la sintesi per punti da parte di Marcegaglia e la proposta di cambiamento al Paese.