Uno sconsolato Sandro Bondi cerca (sempre in rima come gli si addice) di educare il suo padrone, l’augusto Berlusconi, a moderare il linguaggio delle sue barzellette. Con risultati scarsissimi

Clicca qui per vedere la vignetta