La fascistissima donna Assunta Almirante diventa un’erinni quando parla di Gianfranco Fini: “Non doveva andare a Mirabello – dichiara a ilfattoquotidiano.it la vedova dell’ex leader missino – la sua è stata una provocazione verso mio marito che lì, nell’87, lo ha investito come erede. E infatti non ha osato nominarlo”. Ecco qualche stralcio della sua video-intervista. Perchè ce l’ha con lui? “Perchè doveva rimanere con la sua identità, con la sua casa. Doveva fare come ha fatto la Lega. No lui si è voluto appiattire sul Pdl, fare un unico parito per poi litigare”. E dei suoi fedelissimi del Fli che pensa? “Non li considero neanche. Non sono uomini in grado di fare delle leggi per gli italiani. Che le facciano per casa loro”. Chi sono gli eredi di suo marito? “Per esempio La Russa, uno che non ha interessi, perchè è già ricco di suo. Poi Gasparri e Storace”. E chi voterebbe domani? “Berlusconi, perchè come ha fatto bene da imprenditore potrebbe fare bene per l’Italia”. Ce l’ha con Fini per la vicenda di Montecarlo? “Sì perchè doveva chiarire meglio, magari si è fatto manipolare. Perchè il patrimonio è nella disponibilità del partito non dei singoli deputati”. (clicca qui per leggere l’intervista)