Come state spendendo questi giorni di attesa? Io chiuso in casa a studiare! Va beh, ammetto che la sera una birra veloce con gli amici me la concedo: senza qualche pausa ci si fonderebbe il cervello, no? È vero però che se sommassimo pause sigaretta, caffè, merenda, telefonata con il compagno per sapere a che punto è con il ripasso (e poi si finisce a parlare di altro), forse è più il tempo di svago che quello di studio…E a queste distrazioni si è pure aggiunta una nuova mania: controllare in modo compulsivo i risultati di Google se si scrive “maturità 2010”, nella speranza di trovare qualche utile consiglio. Sono davvero tantissimi i siti in cui ho trovato tesine, appunti di tutte le materie, temi già svolti e soprattutto le tracce degli anni precedenti.

Il mio migliore compagno di classe, quello che mi ha passato tutto ciò di cui avevo bisogno e mi ha fatto i riassunti dei riassunti dei bigini, insomma “il secchione” che tutti vorremmo sempre a disposizione, per me è l’ormai storico studenti.it. Onore e gloria a chi ha avuto la brillante idea di crearlo. È anche grazie a questo sito che sono riuscito ad arrivare alla maturità. E nemmeno ora mi ha abbandonato: nella sezione “Chiedilo al Prof” ci sono addirittura a disposizione dei docenti a cui chiedere una mano per il ripasso.

Poi ci sono i tanti gruppi a cui mi sono iscritto su Facebook, come l’esilarante “Cose da non fare all’orale di maturità”. E sia che siate ragazze o ragazzi, non vi riconoscete in questo video? Ma la vera curiosità che ho scovato sul web è che il polline è nemico dei maturandi. Secondo uno studio del Royal Brompton Hospital di Londra i soggetti allergici come me, rispetto agli studenti senza problemi, hanno il 40% di probabilità in più di prendere all’esame voti peggiori di quelli ottenuti durante l’anno. “Chi soffre di allergie – hanno spiegato i ricercatori – dorme male e durante l’esame ha sintomi come starnuti e tosse che lo distraggono”. Oltre alla solita ansia da prestazione, ci si mette anche l’allergia! E guai a pensare di prendere qualche antistaminico: si rischia di far salire quel 40% fino al 70%. Anche chi non lo è, potrebbe fingersi allergico…nella speranza che la commissione ne tenga conto!