Copiare o non copiare? Atroce dilemma, mentre la prima prova si fa sempre più vicina. Voi che farete? Vi porterete qualche “aiutino” per i momenti di panico? Magari bigini, cellulari, fotocopie rimpicciolite. Metodi superati ormai. Oggi esistono dei congegni che ci invidierebbero persino i Servizi Segreti!

Quei geni di ScuolaZoo hanno inventato e vendono tutto quello che ci può servire. Quest’anno hanno messo a punto il nuovo orologio-bigliettino “più cool e meno sgamo”: sembra un normale orologio con un grande quadrante, ma ci si possono salvare sopra e poi visualizzare gli appunti di qualsiasi materia. I professori crederanno che stiamo controllando l’ora, ma in realtà…

La penna-bigliettino ha un piccolissimo sportellino da cui si può estrarre un rullo di carta: è lì che si può scrivere qualche formula difficile da memorizzare. Oppure, anche se in realtà è vietato, uno potrebbe cercare di tenere sul banco qualche innocentissimo foglio bianco per scarabocchiarci sopra la scaletta del tema o un calcolo di matematica. “Innocentissimo” mica tanto, visto che è pieno di appunti scritti con l’inchiostro invisibile di una penna molto particolare: sul retro ha un laser azzurro che rende tutto leggibile.

La felpa per copiare, che ha un vero e proprio archivio al posto del tascone davanti, è un po’ fuori stagione. Meglio mettere al posto della maglia della salute la t-shirt con sopra stampate le formule più importanti. Anche a giugno tutti attenti a non prendere colpi di freddo!

Sul sito di ScuolaZoo è addirittura possibile acquistare il kit che comprende le due penne magiche e l’orologio. Il tutto alla modica cifra di 77 euro. Lo ammetto: sono molto tentato da tutti questi “oggettini”. Ma la mia coscienza e quei pochi amici seri che ho mi fanno ragionare sul pericolo: annullamento istantaneo della prova. Ovvero niente maturità e arrivederci all’anno prossimo.

Forse non ho il coraggio di rischiare. Ma facciamo finta sia voglia di farcela da solo: “Sai che soddisfazione riuscire a passare con le mie sole forze?”, continuo a ripetermi per auto convincermi. E poi chi fa da sé fa per tre, sperando che non sia il mio voto nella terza prova. E voi? Fatemi sapere che cosa pensate di fare.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Per l’esame clicca su Google
e occhio alle allergie

prev
Articolo Successivo

Maturità, ti amo

next