Una grande ressa ha causato la morte di 8 persone all’Olembe Stadium di Yaoundé in Camerun poco prima del fischio d’inizio della partita tra Camerun e Comore, valida per gli ottavi di finale della Coppa d’Africa, vinta poi dal Camerun per 2 a 1. Non sono ancora chiari i motivi del caos ma, secondo alcuni testimoni, la ressa si è verificata quando gli steward hanno chiuso i cancelli dell’arena, visto il limite imposto a causa delle normative per il coronavirus, e in molti hanno cercato comunque di entrare alla partita.

Tra le vittime anche un bambino, mentre un neonato, calpestato dalla folla, è stato ricoverato in ospedale. In tutto circa 50 persone sono rimaste ferite, due delle quali con ferite multiple e altre due con gravi ferite alla testa. La federazione calcio camerunese terrà una “riunione di crisi” con il comitato organizzatore dedicata esclusivamente ai problemi relativi alla sicurezza negli stadi.
Quelli del Camerun, in particolare, non sarebbero adeguati ad ospitare partite di un certo rilievo, tanto che nel 2019 il Paese avrebbe dovuto ospitare la Coppa d’Africa ma l’evento fu trasferito in Egitto

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Scotland Yard apre un’inchiesta sulle feste a Downing Street durante il lockdown

next
Articolo Successivo

Covid, quasi 127mila casi in Germania. In 24 ore 393 morti in Francia. Ancora in calo i contagi in Uk

next