Al via il green pass europeo. Da oggi, grazie al certificato “verde” si potrà tornare a viaggiare in sicurezza, imbarcandosi tranquillamente sugli aerei prima di salire a bordo senza dover mostrare documenti aggiuntivi. A Fiumicino i controlli sono scrupolosi: gli addetti delle compagnie aeree controllano i pass, digitali o cartacei, ai check in, grazie al Qr code. Il codice funziona come quello dei biglietti aerei e può essere tenuto sullo smartphone o in tasca. Le alternative per dimostrare di avere i requisiti per viaggiare sono tre: aver completato il ciclo di vaccinazione da almeno 15 giorni, essere risultati negativi a un tampone fatto nelle 48 ore precedenti, oppure essere guariti dal Covid-19 e quindi aver sviluppato anticorpi. Attivati anche i banchi d’informazione di Adr per avere informazioni o chiarimenti. La raccomandazione che arriva ai viaggiatori dalle compagnie aeree e dalle autorità aeroportuali è quella di consultare prima della partenza il sito “Viaggiare sicuri” per orientarsi tra le eventuali singole restrizioni dei Paesi.

Nella zona arrivi dell’aeroporto romano ci sono anche controlli a campione sui passeggeri da parte delle forze dell’ordine. Tra i viaggiatori in partenza già molti hanno esibito il Green pass digitale al check in ma c’è anche chi ha in alternativa il test antigenico negativo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Oms su casi Covid-19 in Europa: “Aumentati del 10% e copertura vaccinale insufficiente”. Sugli Europei: “Migliorare monitoraggio”

next