“La curva in Italia è in decrescita, mentre la situazione in altri paesi Ue è altalenante. Quindi è una situazione di transizione, viste anche le campagne vaccinali in corso”, così il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, alla conferenza stampa sull’analisi dei dati del monitoraggio settimanale della Cabina di regia. Brusaferro ha poi specificato che “guardando il dato italiano” la curva “è in decrescita lenta”. “Il dato significativo è che questa settimana in tutte le regioni e province autonome abbiamo una decrescita“, ha però specificato.

In merito all’incidenza, il presidente dell’Iss, ha specificato che si contano 127 cari per 100mila abitanti (26/04/2021-02/05/2021) contro 146 per 100mila abitanti (19/04/2021-25/04/2021), dati flusso ISS). Sebbene la campagna vaccinale progredisca sempre più velocemente, complessivamente, l’incidenza resta elevata e ancora lontana da livelli (50 per 100.000) che permetterebbero il contenimento dei nuovi casi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Monitoraggio Iss, Brusaferro: “Rt aumenta ma l’epidemia non sta ripartendo”. I nuovi colori: Italia in giallo, solo tre Regioni arancioni

next
Articolo Successivo

Coronavirus, i dati – 10.554 nuovi contagi con 328mila tamponi in 24 ore: tasso di positività scende al 3,28%. Altre 207 vittime

next