“Noi abbiamo detto in modo chiaro che l’obiettivo del piano deve essere quello di creare lavoro. Abbiamo ribadito al governo che è necessario tutelare il lavoro, intervenendo sul blocco dei licenziamenti“. Così Maurizio Landini, segretario generale della Cgil, durante un punto stampa al termine dell’incontro con il presidente del Consiglio, Mario Draghi. “Abbiamo chiesto di essere coinvolti sulla discussione dei progetti, visto che vogliamo sapere ricadute economiche e sociali. Vogliamo anche essere coinvolti nella governance”, sono state le parole di Luigi Sbarra, segretario generale Cisl, a cui hanno fatto eco quelle di Pierpaolo Bombardieri, segretario generale Uil: “Draghi ci ha dato disponibilità per un altro incontro dopo il primo maggio e a una nostra richiesta di presentare le posizioni delle parti sociali a Bruxelles. Nel merito aspettiamo di vedere il documento che sarà presentato nei prossimi giorni”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Embraco, dopo la giravolta di Giorgetti la gestione della crisi torna alla viceministra Todde. Confermato il presidio al Mise

next
Articolo Successivo

Amazon, il sindacato ricorre contro il voto in Alabama: “Intimidazioni e violazioni delle regole”. L’azienda: “Falso”

next