Investito e ucciso mentre percorreva in sella alla sua bici l’autostrada A4 Milano-Venezia. È successo la notte tra venerdì e sabato all’altezza del tratto tra la barriera Milano Est e Agrate. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, la vittima, un uomo di 60 anni, stava pedalando al buio sotto la pioggia quanto è stato travolto da una Skoda guidata da un 47enne di Brescia che non è riuscito a evitare l’impatto.

Il ciclista così è stato sbalzato sul parabrezza e poi è caduto sull’asfalto. Duecento metri più in là, invece, è stata ritrovata la bicicletta, un modello da donna, completamente distrutta. Inutile l’intervento del 118: l’uomo è morto sul colpo. Mentre il conducente dell’auto è rimasto illeso.

Resta ancora da capire perché l’uomo, che non aveva con sé i documenti, stesse viaggiando in bicicletta in autostrada. Certo è che prima dell’incidente, alcuni automobilisti avevano segnalato al 112 la presenza di un ciclista sulla A4 direzione Venezia.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista