È stato condannato a tre anni di carcere Enrico Piroddi, l’ex titolare dell’asilo milanese “Baby world Bicocca“, arrestato in flagranza di reato nel 2016 per maltrattamenti. La condanna è arrivata anche per l’ex coordinatrice della struttura, Milena Ceres:  sette mesi di carcere che si aggiungono ai due anni e nove mesi che aveva già patteggiato nei mesi scorsi, nel processo con rito abbreviato. Assieme ai due, nel processo erano imputate anche un’altra maestra – un anno e quattro mesi – e un’educatrice – assolta. I reati contestati sono maltrattamenti, lesioni, sequestro di persona e abuso dei mezzi di correzione. Il gup di Milano Raffaella Mascarino ha disposto anche l’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni per i due ex responsabili dell’asilo. Secondo gli  inquirenti sarebbero almeno una decina i minori ad aver subito lesioni e maltrattamenti, ma solo quattro si sono costituiti parte civile al processo.

A denunciare l’ex coordinatrice e l’ex titolare erano state alcune ex dipendenti dell’asilo che, tornate nella struttura per prendere alcuni documenti, avevano notato i comportamenti aggressivi dei due. Da qui i carabinieri della stazione di Greco Milanese avevano dato il via alle indagini, installando anche delle telecamere nascoste nell’asilo per effettuare intercettazioni ambientali. Ed è così che Enrico Piroddi e Milena Ceres erano stati arrestati in flagrante: la donna aveva appena morso sul viso un bambino di due anni, che soccorso subito, aveva riportato lesioni guaribili in dieci giorni. Dalle indagini era emerso che i bambini venivano legati con cinghie alle sedie, trattenuti in uno stanzino buio, insultati e terrorizzati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Successivo

Processo Cucchi – madre, sorella e padre testimoni: “Sembrava un marine morto in Vietnam con il napalm”

next