Jared Kushner, genero di Donald Trump, sarà interrogato dalla Commissione intelligence del Senato americano che indaga sui presunti legami tra il presidente e Mosca. L’audizione – rivelano alcune fonti del Congresso alla Abc – dovrebbe avvenire a fine giugno o ai primi di luglio. La data sarà fissata nei prossimi giorni. Nelle scorse settimane era emerso come Kushner sia considerato dall’Fbi “persona d’interesse” nell’indagine Russiagate.

Kushner, che non è formalmente indagato, ha sempre detto di voler collaborare sia con l’Fbi che con il Congresso. In particolare nel mirino ci sono i suoi rapporti con l’ex consigliere alla sicurezza nazionale Michael Flynn e alcuni incontri e contatti con esponenti russi che lo vedrebbero coinvolto. L’interesse dell’Fbi nei confronti del genero di Trump era emerso nei giorni del G7 di Taormina, summit durante il quale il presidente non ha voluto firmare il documento congiunto sulla lotta al cambiamento climatico e ha cancellato la conferenza stampa finale. Il genero era già rientrato a Washington senza partecipare all’ultima tappa del primo viaggio all’estero del presidente.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Gran Bretagna, il “cinque” di Corbyn diventa una gaffe imbarazzante. La scena davanti alle telecamere

prev
Articolo Successivo

Elezioni Gran Bretagna 2017, l’unica vera leadership ora è quella di Corbyn

next