Era indagato per abuso d’ufficio, ma il gip di Roma ha archiviato il procedimento che vedeva indagato il presidente della Consob, Giuseppe Vegas. La procura aveva anche contestato l’omissione d’atti d’ufficio in relazione a cinque nomine e assunzioni fatte alla Commissione da lui presieduta. “Non potendo essere sostenuta un’accusa in giudizio nei confronti di Vegas – scrive nelle motivazioni il gip Maurizio Silvestri – non resta che previo rigetto dell’opposizione, disporre l’archiviazione del procedimento iscritto”. Il giudice ha recepito quanto chiesto dal pm Giuseppe Deodato. La vicenda giudiziaria era partita da una segnalazione di alcune sigle sindacali interne alle Consob nonché dall’Adusbef e Federconsumatori.

L’inchiesta era stata aperta dopo dopo una pioggia di notizie e polemiche sulle nomine e le assunzioni della gestione Vegas della Consob. Nel mirino del pubblico ministero Giuseppe Deodato erano finite vicende note alle cronache come la scelta del direttore generale Gaetano Caputi, ma anche la chiamata diretta della responsabile della segreteria di presidenza della Commissione, Francesca Amaturo  e la scelta di Luca Cecchini per lo staff incaricato della comunicazione e dei rapporti con la stampa.