Squadra che vince non si cambia. E la BMW X3 ha “vinto” parecchio negli anni: oltre 1,5 milioni di esemplari prodotti dal 2003. Ecco perché i designer, dovendo interpretarla nella sua terza generazione, hanno deciso di andarci piano coi guizzi stilistici, preferendo loro un design più rassicurante. A slanciare la nuova X3 ci pensa il passo, allungato di 5 cm; tanti ne ha guadagnati anche la lunghezza complessiva, a quota 4,7 metri, allineata a quella delle principali concorrenti: Mercedes GLC, Audi Q5 e Alfa Romeo Stelvio. Il volume di carico del bagagliaio è di 550 litri, ampliabile fino a 1.600 abbattendo lo schienale posteriore, che è anche frazionabile; a richiesta anche il portellone elettrico.

Disponibile negli allestimenti xLine, Luxury Line e M Sport, la X3 è fabbricata su una nuova piattaforma costruttiva (la “CLAR”, condivisa con la Serie 5) ed è dimagrita di 55 kg di peso rispetto al modello che sostituisce. L’infotainment si basa sull’ultima versione del sistema iDrive con schermo da 10,2”, dotato di comandi gestuali, vocali e compatibile con smartphone. Non mancano la strumentazione digitale con display da 12,3” e l’Head-Up Display che proietta sul parabrezza le principali informazioni di guida. Inoltre l’auto è in grado di contattare automaticamente i soccorsi in caso di incidente, valutando anche l’entità della collisione.

Fra i sistemi di assistenza alla guida figurano l’Active Cruise Control (ACC) – in grado di decelerare la vettura nel traffico lento fino all’arresto e di ripartire automaticamente – e il pacchetto di sicurezza Driving Assistant Plus: quest’ultimo prevede l’assistenza alla guida in carreggiata e in situazioni di traffico e comprende dispositivi che intervengono attivamente sullo sterzo; include anche il Lane Change Assistant e l’assistente di mantenimento della corsia con protezione attiva anticollisione laterale, nonché l’avvertimento di precedenza, di strada a senso unico e l’avvertimento traffico laterale.

Tutte le motorizzazioni previste al lancio sono state abbinate al cambio automatico a 8 rapporti: si parte dal 4 cilindri turbo a benzina di 2 litri, offerto nelle versioni da 184 e 252 CV. Più prestante il 6 cilindri turbo da 3 litri e 360 CV. Fra i diesel c’è il 4 cilindri 2 litri da 190 CV e il più potente 6 cilindri da 3 litri e 265 CV (proposto anche con 249 CV di potenza per schivare il superbollo). L’auto è già ordinabile, con le prime consegne previste a novembre. Il prezzo per la versione xDrive20d (la 2 litri diesel a trazione integrale), la più richiesta in Italia, parte da 49.200 euro.