I ministri dell’energia dei 28 Paesi che aderiscono all’Unione Europea hanno trovato l’accordo su quelle che saranno le nuove regole riguardanti l’aumento dell’efficienza energetica dei cosiddetti edifici “verdi”.

In particolare, è stato fissato l’obbligo di prevedere una stazione di ricarica per auto elettriche ogni 10 posti auto nei parcheggi di immobili non residenziali (uffici, centri commerciali, etc.). Mentre per quanto riguarda quelli di condomini e abitazioni residenziali, verrà resa obbligatoria la cablatura che serve per installare le colonnine (sempre che i parcheggi siano più di dieci).

Oltre ai provvedimenti riguardanti le auto, termiche ed elettriche, le nuove norme si distinguono anche per l’introduzione di indicatori in grado di misurare “l’intelligenza degli edifici quanto a consumi energetici, con più ispezioni a sistemi di riscaldamento e condizionamento”.

“Accogliamo con favore questo accordo che è cruciale per raggiungere i nostri obiettivi europei nell’efficienza energetica e che andrà a beneficio di cittadini e imprese riducendo in modo significativo la loro bolletta“, ha dichiarato il ministro dell’energia maltese Joe Mizzi, che ha aggunto quanto sia importante “per l’ulteriore promozione della mobilità elettrica negli edifici, sia residenziali che non”.

Dopo la proposta della Commissione Europea ed il si da parte dei ministri dell’energia, la palla ora passa al Parlamento Europeo.