Un ragazzo di 20 anni è annegato nel Ticino ieri sera intorno alle 19,30. L’incidente è avvenuto nella frazione Sforzesca di Vigevano (Pavia). C. B., 21 anni, originario di Mapello (Bergamo), era con gli amici e la fidanzata al rave party che ieri e per tutta la giornata di oggi si è tenuto sulla sponda pavese del fiume vicino Vigevano. Il giovane aveva cercato un po’ di refrigerio dalle alte temperature, ma è stato trascinato via dalla corrente. Gli organizzatori avevano deciso di annullare l’evento e parecchi giovani nelle ore successive sono effettivamente ripartiti, ma nel frattempo altri sono arrivati. Il rave è proseguito. I partecipanti, secondo le forze dell’ordine che stanno monitorando costantemente la situazione, sarebbero circa un migliaio.

Sono stati i ragazzi che erano con lui, non vedendolo più riemergere, a lanciare l’allarme al 118 alle 19.45. Sul posto insieme all’equipe sanitaria è stato inviato anche un elicottero dei vigili del fuoco. I sommozzatori, circa un’ora dopo, hanno individuato e recuperato il corpo ormai senza vita del ragazzo, che è stato trasferito all’obitorio dell’ospedale di Vigevano. L’autopsia dovrà stabilire tra l’altro se prima di immergersi avesse assunto alcol o stupefacenti. I partecipanti avevano iniziato ad affluire fin dall’alba di ieri. I primi erano arrivati nei boschi della zona Ronchi con auto, roulotte e camper e avevano allestito le tende. Tra loro anche numerosi stranieri, in particolare spagnoli, oltre a ragazzi arrivati da tutto il nord Italia. Alcuni erano ignari di quanto accaduto, altri hanno deciso di continuare a stordirsi di musica e altro.