Una cooperante tedesca è stata uccisa sabato sera e una sua collega finlandese è stata rapita a Kabul nel corso di un attacco di sconosciuti ad una guesthouse della ong svedese Operation Mercy. Lo ha reso noto il portavoce del ministero dell’Interno, Najib Danish.
Il fatto, ha precisato il portavoce, è avvenuto sulla Darulaman Road a ovest della capitale intorno alle 23.30. In esso, a quanto risulta, è stata anche decapitata una guardia del corpo afghana della cittadina tedesca: i killer avrebbero prima ucciso una guardia per poi entrare nell’ostello, dove “hanno sequestrato una finlandese e ucciso una tedesca”.