È di 822 evasori totali scoperti e 21 arresti per reati fiscali il bilancio dei controlli, nella lotta nell’economia sommersa, messo a segno dagli uomini della Guardia di finanza in Lombardia nel 2016. In particolare, sono state concluse 2.254 indagini di polizia giudiziaria, a cui si sommano 15.800 fra verifiche e controlli. Denunciati 1.939 soggetti di cui 21 tratti in arresto responsabili di 1.890 reati fiscali, quali ad esempio presentazione di dichiarazione fraudolenta o emissioni di fatture per operazioni inesistenti. In tale ambito sono state individuate 271 frodi all’Iva e 106 casi di evasione internazionale, per la maggior parte riferibili a fenomeni di fittizia residenza all’estero di persone e società, 51 casi di evasione immobiliare. I finanzieri hanno sequestrato disponibilità patrimoniali e finanziarie, per il recupero delle imposte evase nei riguardi di responsabili di frodi fiscali per oltre 93,5 milioni di euro e avanzate proposte di sequestro per 650 milioni.

Lotta alla criminalità organizzata
Non si arresta per questo la lotta alla criminalità organizzata in Lombardia. Nel 2016 sono 282 gli accertamenti economico-patrimoniali svolti nei confronti di soggetti contemplati dalla normativa antimafia che hanno riguardato complessivamente 702 persone fisiche e 176 società. Eseguiti provvedimenti di sequestro ai sensi della normativa antimafia di 402 beni mobili e immobili, due aziende, nonché quote societarie e disponibilità finanziarie per un valore complessivo di oltre 80 milioni di euro. Confiscati 285 beni mobili e immobili, tre aziende nonché quote societarie e disponibilità finanziarie per un valore complessivo di oltre 41 milioni. In materia di riciclaggio sono stati svolti 500 interventi che hanno portato alla denuncia di 372 soggetti, di cui 17 arrestati. Ben 5.147 le segnalazioni per operazioni sospette. Nelle azioni di contrasto all’usura, denunciati 17 soggetti di cui tre tratti in arresto, con il sequestro di patrimoni e disponibilità finanziarie per oltre 200 mila euro. Nelle indagini svolte nei settori dei reati societari, fallimentari, bancari, finanziari e di borsa sono stati denunciati 734 soggetti, di cui 64 arrestati, nonché sequestrati 83 milioni di euro ai responsabili di distrazioni patrimoniali in danno di società fallite.

Truffe e fondi pubblici: 236 denunciati ci cui 12 arrestati
I controlli svolti ai valichi di confine, presso gli aeroporti, in entrata e in uscita dal territorio nazionale, ai fini della verifica del rispetto delle norme sulla circolazione transfrontaliera di valuta, hanno permesso di verbalizzare oltre 6.500 soggetti per aver trasportato valuta in eccedenza, nonché intercettare valori al seguito complessivamente per circa 48 milioni di euro. Le Fiamme gialle in Lombardia sono state in prima fila anche nel contrasto alle truffe sui fondi pubblici e all’illegalità nella pubblica amministrazione. Nel 2016 la Gdf ha scoperto in Lombardia casi di illegittima percezione o richiesta di finanziamenti pubblici, comunitari e nazionali, per oltre 12 milioni di euro, con la denuncia all’autorità giudiziaria di 236 soggetti, di cui 12 arrestati. Individuate truffe nel settore previdenziale e al Sistema sanitario nazionale per circa 4 milioni di euro, con la denuncia di 192 persone. Nell’ambito di 127 accertamenti svolti su delega della Corte dei Conti, sono stati segnalati sprechi o irregolari gestioni di fondi pubblici che hanno cagionato danni patrimoniali allo Stato per oltre 171 milioni di euro e segnalato alla magistratura contabile 157 soggetti per connesse ipotesi di responsabilità erariale.

A seguito delle 140 indagini e dei 270 interventi conclusi nel 2016 per reati e altri illeciti contro la Pubblica amministrazione, sono state denunciati 459 soggetti (per abuso d’ufficio, peculato, corruzione e concussione), di cui 45 tratti in arresto. Individuati appalti pubblici irregolari per oltre 41 milioni, con la denuncia di 48 persone. Effettuati 976 controlli volti a verificare la sussistenza dei requisiti di legge previsti per l’erogazione di prestazioni sociali agevolate e per l’esenzione di ticket sanitari con percentuali di irregolarità pari al 60% dei casi e un danno complessivo cagionato allo Stato di circa 400 mila euro.

Droga: sequestrati 50 quintali di droga
Sequestrati 50 quintali di droga a carico di 1.068 denunciati, di cui 358 arrestati.  Sono stati effettuati 730 interventi contro le frodi doganali e il traffico di contrabbando, e sequestrate oltre 5,5 tonnellate di tabacchi lavorati esteri e 335 mezzi utilizzati per il trasporto e l’occultamento della merce, con la denuncia di 188 persone. Eseguiti 1.070 interventi e denunciate 847 persone, per reati in tema di contraffazione. Sequestrati più di 8 milioni di prodotti illegali, perché contraffatti, piratati, pericolosi o recanti falsa o fallace indicazione di origine o provenienza. Tolti dal mercato 17 quintali e 2.200 litri di generi agroalimentari contraffatti o prodotti in violazione della normativa sul Made in Italy. Nell’attività di contrasto al falso monetario sono state rinvenute 31 mila banconote false e operati sequestri per un controvalore complessivo pari a circa 83 mila euro. Denunciati 57 soggetti e arrestate 10 persone. Su 1.130 interventi effettuati presso sale giochi e centri scommesse, riscontrate irregolarità nel 15% dei casi. Verbalizzati 1.239 soggetti e sequestrati nove apparecchi automatici da gioco e 31 postazioni di raccolta di scommesse clandestine.