Il social network di Mark Zuckerberg punta tutto sui contenuti video. Da oggi, infatti, gli utenti italiani del social network più famoso del mondo potranno usufruire di una nuova fotocamera interna, ricca di filtri ed effetti interattivi da aggiungere alle istantanee e ai video. Il nuovo aggiornamento, poi, modifica l’app introducendo anche le cosiddette “storie“: foto e video visualizzabili dagli altri utenti per 24 ore prima che vengano cancellati in automatico. È una scelta innovativa per Facebook, che sembra così voler “imitare” Snapchat, un’applicazione basata proprio sulla condivisione di contenuti non più “eterni” ma destinati a scomparire. Instagram, acquistata da Zuckerberg nel 2012 in cambio di 1 miliardo di dollari, aveva già introdotto la funzione storie nel giugno 2016, scatendando anche alcune polemiche da parte degli utenti.

Ma non solo. L’aggiornamento, infatti, lancia anche la nuova funzione “Direct“, che permette di selezionare gli amici a cui inviare foto e video. Uno, dieci o cento: gli amici selezionati potranno vedere i contenuti solo per 24 ore prima della loro scomparsa dal feed. Da non confondere con Messenger, la normale chat di Facebook, visto che Direct si limita semplicemente alla condivisione video, senza estendersi a quella testuale.

L’aggiornamento dell’app del social network è disponibile in altri sette paesi oltre all’Italia (Argentina, Malesia, Norvegia, Svezia, Spagna, Taiwan e Ungheria), ma Zuckerberg sembra essere intenzionato a estenderlo presto al resto del mondo, Stati Uniti compresi. Appare evidente, infatti, che Facebook stia cercando di conquistare la fetta più giovane degli utenti, strappandoli a un social più giovane e accattivante come Snapchat. Zuckerberg aveva già intuito le potenzialità di Snapchat e aveva tentato una sua acquisizione, senza tuttavia riuscirci.