“So di avere agito sempre nell’unico interesse di Expo 2015 e per il suo successo”. Queste le parole del sindaco di Milano Giuseppe Sala intervenuto in consiglio comunale per spiegare la scelta di auto sospendersi in seguito al suo coinvolgimento come indagato nell’inchiesta sulla piastra di Expo. “Avevamo gli occhi puntati addosso del mondo intero, per molto tempo ci sono state condizioni di oggettivo impedimento, come la concessione delle aree, che si è protratta per oltre due anni. Abbiamo comunque centrato l’obiettivo che ha avuto ricadute positive su Milano”. E ancora: “So perfettamente di non aver mai goduto di nulla che non fosse il mio regolare stipendio e non ho mai utilizzato i miei poteri per favorire questo e quello”.