Nel giorno in cui il presidente eletto Donald Trump ha nominato all’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente Scott Pruitt (procuratore generale dell’Oklahoma che nega i cambiamenti climatici) viene diffusa la notizia che il tycoon che ha conquistato la Casa Bianca ha incontrato Leonardo DiCaprio.

L’attore premio Oscar, da anni impegnato nella salvaguardia dell’ambiente e autore del documentario Before the Flood – era accompagnato da Terry Tamminen, numero uno della fondazione che porta il suo nome. DiCaprio ha incontrato Trump per discutere di come la difesa dell’ambiente possa stimolare l’economia e creare posti di lavoro.

Al presidente a sua figlia Ivanka e ad altri membri del team è stata presentata “una proposta volta a creare milioni di posti di lavoro” concentrandosi su energie rinnovabili e pulite. A Trump è stata donata una copia del film e il presidente ha promesso che lo guarderà. Tamminen che era segretario dell’Agenzia californiana di protezione dell’ Ambiente sotto l’ex governatore Arnold Schwarzenegger, ha confermato che Trump ha apprezzato l’iniziativa, proponendo un nuovo incontro per il mese prossimo. In campagna elettorale Trump ha definito i mutamenti climatici “una bufala”, sostenendo che puntare sui combustibili fossili avrebbe ricadute positive anche sul piano del lavoro.

Tre giorni fa Trump aveva incontrato anche Al Gore. L’ex candidato democratico alla Casa Bianca d premio Nobel per la pace proprio per l’impegno contro i cambiamenti climatici aveva poi dichiarato che era stata “una conversazione interessante, da continuare” e che esisteva “una ricerca sincera di aree d’intesa”.