Un uomo ha ucciso tre donne a colpi di fucile nella notte a Imatra, una cittadina nel sud-est della Finlandia: l’assassino, di 23 anni, è stato arrestato dalla polizia poco dopo il triplice omicidio. Le vittime sono la presidente del Consiglio comunale della città e due giornaliste, che si trovavano fuori dal ristorante Vuoksenvahti quando è cominciata la sparatoria, poco prima della mezzanotte di sabato 3 dicembre. “Molte persone stavano uscendo dal ristorante quando sono cominciati gli spari, – ha raccontato l’inviato di Yle, la tv di Stato finlandese – la gente qui è ancora sotto choc”.

La chiamata alla polizia è arrivata poco dopo gli spari e fortunatamente una pattuglia si trovava a soli 300 metri. Quando gli agenti sono arrivati sul posto, i clienti in fuga li hanno indirizzati verso l’uscita del ristorante. Come riferisce la tv di Stato, l’assassino è stato trovato in piedi di fronte a una macchina parcheggiata. Ha seguito gli ordini della polizia e si è fatto arrestare senza opporre resistenza. Fuori dal ristorante sono stati trovati i corpi delle tre vittime. Le donne avevano ferite d’arma da fuoco alla testa e al torace. Non si conoscono ancora le cause del gesto. “Il crimine è stato crudele e brutale. L’azione è stata in un certo modo pianificata, ma le vittime no”, ha detto alla televisione pubblica finlandese l’ispettore Saku Tielinen.