Due uomini e due donne sono morti in un incidente nel parco divertimenti Dreamworld a Gold Coast, nel Queensland, in Australia. Un portavoce del parco alla radio nazionale ha riferito che l’episodio è avvenuto sull’attrazione “Thunder River Rapids”, una giostra che permette di attraversare dei fiumi artificiali a bordo di battelli. Secondo le prime ricostruzioni due persone sono state sbalzate fuori dall’attrazione mentre le altre due sono rimaste intrappolate all’interno. Le vittime erano tutte adulte.

“Siamo profondamente scossi e rattristati, e i nostri cuori e i nostri pensieri vanno alle famiglie coinvolte e ai loro cari” ha dichiarato ai giornalisti l’amministratore delegato del parco Craig Davidson. Dreamworld poi con un comunicato ha dichiarato che sta lavorando il più rapidamente possibile per stabilire le cause dell’incidente, in stretta collaborazione con i servizi di emergenza e la polizia. Non è la prima volta che avviene un incidente mortale in un parco divertimenti. Nel 2010 in Cina sei persone rimasero uccise nel lancio simulato di un razzo a Shenzen, mentre nel 1984 nel New Jersey otto teenager morirono al Six Flags Great Adventure. Dopo l’incidente il parco è stato chiuso al pubblico.