Momenti di tensione in via Maqueda a Palermo dove alcuni studenti dei collettivi e ragazzi dei centri sociali hanno tentato di forzare il cordone di polizia per avvicinarsi al Teatro Massimo dove era in corso la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico alla presenza del premier Matteo Renzi. Gli studenti e gli attivisti dei centri sociali, partiti da piazza Pretoria, con in testa uno striscione con scritto “Cacciamo Renzi“, sono entrati in contatto con le forze dell’ordine dopo che dal corteo erano stati lanciati alcuni petardi. Il Collettivo Universitario autonomo parla di una “manifestazione numerosa”, circa “500 persone” studenti medi, universitari e lavoratori, per contestare l’”inutile passerella politica” del premier. “Giunti alla fine della manifestazione davanti il Teatro Massimo – si legge in un comunicato – il cordone di polizia ha caricato gli studenti presenti in piazza per contestare la presenza del premier a questa inutile passerella politica. La militarizzazione di tutto il centro storico ha rovinato l’immagine della città e la passeggiata serena delle famiglie palermitane, solo per far parlare il Premier in merito alla sua campagna elettorale”. Un’altra manifestazione di protesta, che si è svolta invece senza incidenti in via Ruggero Settimo, a poca distanza dal Teatro Massimo, ha visto la partecipazione di docenti precari della scuola dell’infanzia, ricercatori universitari e studenti dell’Udu e della Rete degli studenti medi