È il portoghese Antonio Guterres il nuovo segretario generale dell’Onu. La nomina del successore di Ban Ki-moon, che assumerà a pieno titolo il suo incarico a partire dal primo gennaio 2017, è avvenuta per acclamazione all’interno del Consiglio di sicurezza. Dovrà ora essere ratificata dall’Assemblea generale del Palazzo di Vetro. Ad ufficializzare la notizia, che rispetta del resto le attese della vigilia, è stato l’ambasciatore russo Vitaly Churkin, che ha dichiarato: “Guterres era il miglior candidato, e questa è stata considerata all’unanimità la cosa più importante”. Non c’è stata, dunque, l’elezione della prima donna alla segreteria generale dell’Onu: proposta sostenuta da alcuni Paesi membri nelle scorse settimane.

Nato a Lisbona 67 anni fa, Antonio Guterres è stato premier del Portogallo dal 1995 al 2002. Ha guidato il Partito socialista del suo Paese sin dal 1992, mentre dal 1999 al 2005 è stato presidente dell’Internazionale socialista. Per le Nazioni Unite, Guterres ha già ricoperto l’incarico di Alto commissario per i rifugiati (Unhcr), dal 2005 al 2015. La sua candidatura alla segreteria generale dell’Onu era stata presentata formalmente nel gennaio scorso, ed è stata preferita, grazie dall’accordo tra Russia e Stati Uniti, tra le 13 pervenute agli uffici del Palazzo di Vetro.