Non sono dimissionaria, anche se alcuni fanno fatica anche a fare il mio nome, preferiscono dire l’assessorato alla Sostenibilità. Non capisco perché fa paura questo nome“. Sono le parole dell’assessore all’Ambiente della giunta capitolina, Paola Muraro, intervistata a Piazzapulita (La7). “Il principale problema di Ama (l’Azienda municipale per i rifiuti e che opera nel settore dei servizi ambientali), è la gestione. Non mi sento responsabile di queste disfunzioni se non in parte – afferma la Muraro -. Ho un consulente, abbiamo cercato di fare il meglio senza riuscirci”. “Virginia Raggi mi ha voluto perché ero a conoscenza del sistema. Ho toccato dei nervi e per questo il sistema ha reagito in modo molto virulento. Io – conclude – non ho firmato nessun codice deontologico e mi sto comportando da giunta a 5stelle”