Durissimo scontro a “L’aria che tira estate” (La7) tra il deputato andriese del M5S, Giuseppe D’Ambrosio, e la vicecapogruppo del Pd alla Camera, Alessia Morani, sul tragico incidente ferroviario in Puglia. D’Ambrosio, resosi protagonista di un severo attacco al ministro Delrio in Aula, è anche autore dell’interrogazione parlamentare del 12 giugno 2013 sulla tratta Andria-Corato, interrogazione rimasta orfana di risposta. Il parlamentare pentastellato ribadisce le argomentazioni esposte alla Camera. Piccata la replica di Morani: “Mi fa tanta tristezza vedere la speculazione politica sulla tragedia e sui morti. C’è la volontà di sciacallaggio anziché di fare qualcosa di costruttivo. Ho sentito fare solo una grande confusione sulle responsabilità del governo e della Regione, confusione fatta in modo strumentale per far uso politico di una tragedia. Io abbasserei i toni“. Poi puntualizza che la sicurezza delle tratte nazionali è maggiore di quelle locali e menziona implicitamente le riforme renziane: “Modificare il titolo V consentirà al governo di intervenire su questioni che non possono essere lasciate alle Regioni“. D’Ambrosio ribatte: “Io parlo da cittadino andriese, non da avversario politico. E non mi accontento dei vostri rimpalli di competenze. Ieri Delrio ha detto che il treno è un servizio pubblico, non distingueva tra servizio regionale o nazionale. La tutela del cittadino vale ad ogni livello. E la maggior parte dei cittadini non usa l’alta velocità, ma i treni regionali perché sono pendolari”. E accusa: “Il vostro disegno sulle ristrutturazioni e sugli investimenti è un sogno. Le Ferrovie dello Stato qualche giorno fa hanno cancellato la tratta Roma-Taranto, l’unico Intercity di collegamento al giorno. Anche il governo, peraltro, ha potere ispettivo, così come ce l’ha un parlamentare. Lo sciacallo è chi manifesta interesse per la verità e per i cittadini oppure chi fa la bella mossa creando una Commissione dopo una tragedia per lavarsi la coscienza? Bastava che il governo chiedesse alla Regione: la Commissione l’avrebbero fatta prima dell’incidente”. La deputata dem insorge: “Il M5S è un movimento schizofrenico: sul decreto “Sblocca Italia” ci dicono di no. Adesso sono favorevoli a fare le opere in Puglia, però si sono opposti al doppio binario in Toscana”. “Basta rispettare la legge” – controbatte D’Ambrosio – “basta rispettare le scadenze dei fondi europei. Lo “Sblocca Italia” vi serve per sbloccare le mega-opere delle vostre amiche compagnie e delle lobby che appoggiano questo governo”