Ha perso l’equilibrio ed è precipitato nel vuoto per circa 200 metri. Così è morto un podista che stava partecipando alla SkyMarathon, la “maratona del cielo” che ogni anno si corre sulle montagne bresciane della Valcamonica, tra Corteno Golgi e Santicolo. L’uomo, 52 anni, di Marcheno, è deceduto per le gravissime ferite riportate ed è stato inutile l’intervento di una eliambulanza. Il corpo è stato poi recuperato dagli uomini del Soccorso Alpino. L’incidente – secondo una prima ricostruzione – è avvenuto mentre il corridore stava percorrendo il passo del Sellero, a quota 2800 metri.

La SkyMarathon è una corsa molto nota per la sua spettacolarità e anche per il suo coefficiente di difficoltà. La corsa è arrivata alla 21esima edizione e quella di oggi era una gara valida per la selezione ai Mondiali di skyrunning. Il percorso da Corteno Golgi a Santicolo ha dislivelli di 2700 metri di salita e 2750 di discesa. Il “tetto” proprio a Cima Sèllero, a 2744 metri.