E’ entrato in un cinema multisala a Viernheim, nel land tedesco dell’Assia, sparando colpi in aria con un’arma e ha tenuto in ostaggio i 50 spettatori in sala per la prima di “The neon demon” con Keanu Reeves. L’aggressore mascherato e con una fascia di cartucce addosso è stato ucciso dopo un blitz delle forze speciali che hanno circondato l’edificio con gli elicotteri. Secondo le prime indiscrezioni, l’arma era finta e l’uomo, di cui non è ancora stata diffusa l’identità, potrebbe aver sparato colpi a vuoto in aria.

In un primo momento i media tedeschi avevano ipotizzato che ci fossero tra i 25 e i 50 feriti, calcolando quanti erano i presenti in sala in quel momento. In realtà la polizia ha poi specificato che nessuno ha riportato traumi, salvo qualche problema per chi ha inalato i gas lacrimogeni usati dalle forze dell’ordine per fare irruzione nell’edificio. Il cinema Kinopolis si trova all’interno del centro commerciale ‘Rhein-Neckar zentrum’.

Le indagini sono ancora in corso per permettere di ricostruire l’accaduto. Il ministro dell’Interno dell’Assia ha dichiarato che si è trattato di “un disturbato”. Le autorità tedesche hanno subito categoricamente escluso la matrice terroristica e hanno parlato di un aggressore isolato e squilibrato che ha agito da solo.