Banditi gli abiti stretti, i tubini neri e il tacco 12. Vietate le scollature e gli orecchini appariscenti. La neo nominata direttrice di Rai3 Daria Bignardi, scrive il Messaggero, nei giorni scorsi ha convocato truccatrici e costumiste per annunciare le nuove regole per quanto riguarda l’abbigliamento. Per le conduttrici censurate quindi le scelte più sexy e largo allo stile dimesso: camice dai colori tenui, gonna o pantalone e rigorosamente tacco basso. Per i colleghi uomini invece: completo con camicia e cravatta sobria.

Non solo la Bignardi ha scelto di rivedere il look di chi va in onda sul terzo canale. Sempre secondo le indiscrezioni del Messaggero, anche il direttore di RaiParlamento Gianni Scipione Rossi ha dato comunicazione di un dress code specifico per chi conduce i telegiornali. Lo spirito è simile a quello delle indicazioni date dalla Bignardi: giacca tinta unita, passi il gessato e al bando i fiori, le cravatte fantasia e i colori accesi; vietati il nero e il marrone e i loro simili; accessori ridotti al minimo. Infine i conduttori che vanno in onda due volte di seguito devono ogni volta cambiare cravatta e giacca o camicia.