Ventuno rapine in quattro mesi. Quasi un record quello per il quale è finito in manette un romano di 48 anni. Nei confronti dell’uomo, con numerosi precedenti alle spalle e già in carcere per altra causa, i carabinieri del Nucleo investigativo di Roma hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale. Tutti i colpi, eseguiti tra il mese di novembre del 2013 e marzo del 2014, secondo le ricostruzioni dei carabinieri, sono stati consumati o tentati con l’utilizzo di pistole e di veicoli rubati. Numerose le sale giochi, le sale scommesse, i supermercati, le gioiellerie e i ristoranti presi di mira dal rapinatore seriale durante le sue scorribande. L’uomo era capace di mettere a segno anche più colpi nell’arco della stessa giornata. Di fondamentale importanza per le indagini sono state le immagini delle telecamere di videosorveglianza di alcuni degli obiettivi depredati dallo spietato rapinatore. Le accuse a cui dovrà rispondere sono concorso in rapina a mano armata, lesioni personali aggravate e detenzione di armi clandestine