“Un nuovo patto del Nazareno? Falso. Se il centrodestra va diviso perde le elezioni politiche”. Silvio Berlusconi dopo il ritiro di Guido Bertolaso dalla corsa per le amministrative nella Capitale ha respinto le accuse del leader della Lega Nord Matteo Salvini secondo cui la scelta vorrebbe favorire il Partito democratico in nome del vecchio patto con il presidente del Consiglio. “Un nuovo patto del Nazareno?”, ha detto intervistato su Radio Anch’io, “Nulla di più lontano dal vero, noi dobbiamo porre fine al governo di Renzi, un governo illegittimo e abusivo che è contro il voto del popolo. Noi dobbiamo mettere fine all’emergenza democratica quindi una decisione su Roma non cambia questo atteggiamento”.

Il nuovo schema del centrodestra prevede di correre alleati in alcune città, ma non in altre come ad esempio a Roma. La preoccupazione in vista delle politiche resta, soprattutto dopo che i tentativi di intesa tra Forza Italia e Lega Nord per la Capitale sono falliti. “In altre città andiamo divisi”, ha commentato Berlusconi, “ma si tratta di amministrative e se restiamo divisi non c’è possibilità di vincere le politiche e rischiamo di consegnare il Paese al governo di sinistra. Divisi perdiamo. Non c’è un centrodestra vincente senza di noi, sarebbe solo di testimonianza e per vincere invece dobbiamo ritrovare i voti dei moderati”. Il centrodestra l’ho inventato io, non c’era mai stata una alleanza durata tanti anni e che dura ancora. Siamo insieme dal ’94 e solo quando ci siamo presentati uniti abbiamo avuto la maggioranza

E se alla fine vincesse la candidata di Fratelli d’Italia? “Se Giorgia Meloni vincesse le amministrative”, ha continuato Berlusconi, “diventasse il nuovo sindaco, saprei trovare anche in questo caso il lato positivo. Ci sarebbe una maggioranza diversa dal passato, utile per costituire un centrodestra vincente”.