L’ex sindaco di Roma Ignazio Marino non scioglie la riserva sulla sua candidatura alle prossime comunali. Le domande dei cronisti in conferenza stampa per la presentazione del libro ‘Un marziano a Roma’ alla stampa estera vanno tutte a vuoto, nonostante l’insistenza. “Sono qui per il libro, non faccio balletti, li fate voi giornalisti” afferma.” Per chi voterebbe oggi? “Io sono un professionista, valuto le cartelle cliniche, come faccio ad esprimermi su Virginia Raggi o Riccardo Giachetti senza un programma, voi avete visto il programma?” risponde, sbagliando il nome del candidato del suo partito, il Pd. E su Acea aggiunge: “Non approvo l’attacco, ma anche la risposta della Raggi sul management rivela l’assenza di idee” chiosa. A margine della conferenza continua a non far chiarezza. “Annuncerà domani la sua candidatura, alla presentazione pubblica del libro?” chiedono i cronisti. “Non è reticenza, io ho un concetto ben chiaro della trasparenza. Ho pubblicato un libro con i dati su Roma, sui trasporti, sul bilancio, più trasparenza di così cosa vuole” replica ai microfoni de ilfattoquotidiano.it. “Il caso affittopoli l’ha scoperchiato lei e Tronca si è preso il merito? Basta fare una ricerca su google per capire chi ha sollevato il caso” dichiara Marino. “Sono contento che Tronca abbia riconosciuto i meriti della nostra amministrazione” aggiunge in conferenza