In 20 anni, tra Napoli e Caserta, sono stati interrati 10 milioni di tonnellate di fusti nocivi, 410mila camion che hanno fatto su e giù per l’Italia con il loro carico di morte, senza che nessuno li fermasse. La prima del reportage di Servizio Pubblico ‘Inferno atomico’. Oltre al reportage, l’approfondimento in studio con i  protagonisti del racconto: il pentito (oggi deceduto) del clan dei Casalesi Carmine Schiavone e l’ex investigatore della Criminalpol Roberto Mancini, il poliziotto eroe che scoperchiò tanti scandali sul traffico dei rifiuti. Mancini è morto il 30 aprile 2014, ucciso da un cancro