“Il mio assistente Sauro Moretti, un poverino comunista, indagato con la Ciacciuccì, Ciacciuccià, o come si chiama, per averle passato un numero di telefono. Voglio essere indagato perché glielo avevo dato io”. Così Vittorio Sgarbi, ospite di Myrta Merlino a ‘L’aria che tira’ su La7 in merito agli scandali Vatileaks2 e al coinvolgimento di Francesca Chaouqui, presunto ‘corvo’ dell’operazione, che avrebbe chiesto a Sauro Moretti (collaboratore di Sgarbi) il contatto del direttore de Il Giornale Alessandro Sallusti