E’ stato catturato a Latina il boss Michele Cuccaro, ritenuto il capo dell’omonimo clan di Camorra del quartiere Barra di Napoli. L’uomo era nella lista del ministero dell’Interno dei cento latitanti più pericolosi. Al momento dell’arresto da parte dei carabinieri di Torre Annunziata era nascosto in un casolare di campagna, armato ma non ha opposto resistenza.

Cuccaro, 49enne napoletano, era ricercato dal luglio del 2013 e ricercato dal novembre dello stesso anno. I militari gli hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare per associazione per delinquere di tipo mafioso, omicidio, traffico di stupefacenti, contrabbando e altro. Il 21 giugno scorso venne arrestato a Napoli il fratello Luigi Cuccaro, latitante pure lui. I carabinieri lo trovarono di notte nel quartiere Barra e la folla tentò di impedire alle forze dell’ordine di portarlo via.