La società di ride sharing BlaBlaCar ha ottenuto un finanziamento da 200 milioni di dollari da parte di due società di investimento statunitensi, Insight Venture Partners e Lead Edge Capital, con la partecipazione di Vostok New Ventures. L’operazione porta a 300 milioni complessivi i soldi raccolti fino a oggi dalla piattaforma, che rivendica di essere una delle start up europee che hanno raccolto di più dagli investitori. Il portale di BlaBlaCar, nata in Francia nel 2006 da Frédéric Mazzella, mette in contatto automobilisti che hanno posti liberi in macchina con viaggiatori che cercano un passaggio, permettendo di condividere le spese. Nel luglio 2014 ha ricevuto un primo finanziamento da 100 milioni e ha ampliato l’attività a sette nuovi Paesi tra cui Turchia, India e Messico. Lo scorso aprile ha acquisito la tedesca carpooling.com. Oggi ha più di 20 milioni di utenti in 19 Stati.

Su BlaBlaCar ogni mese vengono pubblicate circa 2mila offerte di passaggi per Roma, Genova, Napoli, Milano, Trieste, Padova e Bari e altrettante sono le auto condivise in partenza da queste province. Di poco inferiore il numero dei passaggi in arrivo e in partenza da città come Brescia, Mestre, Verona e Udine (circa 1.500 al mese).
La maggior parte dei viaggi, la cui lunghezza media e di 340 km, collega tra loro le grandi città, oppure le grandi città con le aree in cui il trasporto pubblico non è particolarmente comodo.