ESCLUSIVO – ALFANO AIRLINES: I VOLI DI STATO PER LA JUVE E I WEEKEND AL MARE
Da fine giugno non c’è fine settimana che il ministro dell’Interno non sia stato chiamato in Sicilia da impegni istituzionali che necessitavano di un passaggio a spese nostre. Di Marco Palombi

FUNERAL PARTY. L’editoriale di Marco Travaglio
Il Paese di Tartuffe, che non è la Francia seicentesca di Molière ma l’Italia del 2015, s’indigna per il Funeral Party al fu Vittorio Casamonica e lo chiama “boss” anche se non ha condanne per mafia, anzi ha una fedina penale decisamente più immacolata di quella del 10 per cento dei parlamentari italiani (per non parlare degli eurodeputati e dei consiglieri regionali e di un bel po’ di governatori). Il che, intendiamoci, va benissimo: neppure Al Capone ebbe condanne per mafia, solo una per evasione fiscale, però chiamarlo “evasore” pare un po’ riduttivo. E una delle caratteristiche dei boss è quella di scampare per anni, decenni, spesso per tutta la vita alle condanne, e spesso anche agli arresti”.

IL FUTURISTA FASSINO, FRANCO MARX E GRAMSCI. La rubrica di Marco Palombi

GRECIA AL VOTO – L’EUROPA TIRA LA VOLATA A TSIPRAS. LA GERMANIA: “RISPETTI I PATTI O NO AIUTI”
Di Carlo di Foggia e Salvatore Cannavò

L’INTERVISTA – LAPAVITSAS: “ALEXIS HA TRADITO TUTTI. IL PIANO B? MAI ESISTITO, PERCHÈ NON L’HA VOLUTO”
Roberta Zunini ha intervista Costas Lapavitsas, economista, marxista convinto e autore di un piano per l’uscita della Grecia dall’euro, uno dei fondatori di Unità Popolare, il nuovo soggetto politico dei fuorusciti da Syriza.

CASAMONICA SHOW, SGOMINATO IL COLPEVOLE: PAGA L’ELICOTTERISTA
In una Roma con equilibri criminali che vacillano dopo l’inchiesta Mafia capitale manca un controllo di ciò che avviene sul territorio. È la conclusione alla quale giunge il prefetto Franco Gabrielli secondo il quale c’è stata una falla nel sistema dovuta alla mancanza di comunicazione tra i vari uffici. Di Valeria Pacelli e Gianluca Roselli

LA POLEMICA – LA FESTA E LE INTERCETTAZIONI: SINDROME AL CONTRADDITTORIO
Ieri vi abbiamo raccontato che gli organizzatori del festival romano “L’isola del cinema” vogliono impedire al Fatto Quotidiano la lettura delle intercettazioni (ampiamente diffuse) dell’inchiesta “Mafia Capitale” durante la Festa del giornale, in programma sabato 29 e domenica 30 agosto sull’isola Tiberina, a Roma. Giorgio Ginori, direttore della kermesse replica alla nostra denuncia: “Non è censura”.

L’INTERVISTA – DE MAGISTRIS:  “A UCCIDERE IL MARE SONO LE CRICCHE DEI DEPURATORI”
Vincenzo Iurillo
ha intervistato il sindaco di Napoli Luigi De Magistris che sul caso dei liquami in mare a Sorrento ha affermato “Fanno affari sull’inquinamento, ecco perché scene devastanti come quelle di ieri”

AUTOGRAFI – VITTORIO FELTRI: “PER ME I GIORNALI SONO COME LE DONNE, DOPO UN PO’ M STUFO”
Il direttore si racconta. Dal primo impiego come fattorino, al Giornale di Berlusconi, passando per il Corriere e l’Indipendente. L’intervista di Silvia Truzzi

IL REPORTAGE – MARSIGLIA ADDIO I BOSS DELLA DROGA NON ABITANO PIÙ QUI
I trafficanti internazionali sulle orme dei fratelli Guerini sono morti o si sono riciclati, prevalgono le bande di periferia. Di Luana de Miccio

QUEL FUNERALE UMILIA LO STATO E LA CHIESA
Il commento di Giancarlo Caselli

TORNA LA SERIE A – LILLIPUT CONTRO GOLIA, ASSALTO ALLA JUVE FAVORITA
Roma, Napoli, Lazio e Fiorentina promettono bene. Il Milan fa sperare, l’Inter chissà.Ma occhio a Torino, Genoa e Palermo: possono divertirsi. Di Paolo Ziliani

ALFABETO – AUTOVELOX, RESTYLING ROTATORIE, PANCHINE E CIALTRONERIE VARIE
Antonello Caporale
intervista Michele Oricchio il magistrato della Corte dei Conti che spiega: “Il diritto in Italia è in realtà rovescio”.