“Le leggi non bastano contro la corruzione, ma alcune sono importanti”. E’ quanto ha affermato oggi la presidente della Camera, Laura Boldrini, invitando i politici introdurre nel nostro ordinamento una legge sulle lobby, su cui l’Italia è in ritardo rispetto ad altri paesi europei. “Dal 2017 il finanziamento pubblico non esisterà più, non voglio entrare nel merito di questa scelta, ma è indispensabile allora una legge sulle lobby, i partiti non possono essere soggetti agli interessi dei privati” è l’allarme della presidente. Poi servono un codice etico e una profonda riforma dei partiti secondo l’articolo 49 della Costituzione. “Non siamo tutti uguali, la politica deve riacquistare il prestigio perso, servono leggi per impedire la permeabilità alla corruzione” chiosa la presidente  di Irene Buscemi