Auditel in Borsa entro il 2016. A proporre lo sbarco sui mercati della società misura l’ascolto della televisione in Italia è stato il presidente dell’azionista Utenti Pubblicità Associati, Lorenzo Sassoli de Bianchi. “E’ il risultato di un lungo processo di innovazione promosso da Upa, e che ha portato all’ingresso di Sky e Discovery nel consiglio di amministrazione della società, e alla posizione di maggioranza della componente del mercato nello stesso consiglio”, ha detto all’assemblea annuale di Upa. Sottolineando che “ora per Auditel si tratta di fare un ulteriore passo verso la trasparenza e l’indipendenza. Vogliamo fare di Auditel una casa di vetro, e cercheremo la formula migliore per tutelare gli equilibri volti all’indipendenza”. L’operazione secondo il presidente di Auditel Giulio Malgara è “formidabile, entro il 2016 si vedrà che succede: ci metteremo tutta la buona volontà. L’ho fondata e la guido da oltre 30 anni, è soprattutto la trasparenza che vogliamo, non sarà più in mano ai broadcaster (Rai, Mediaset e La7 sono tra i principali azionisti attuali, ndr) ma ai telespettatori”, ha detto sottolineando che: “Diventerà una public company in modo che tutti abbiano contezza dei propri investimenti”.