Il segretario della Lega Nord, in visita a Segrate (Mi) difende il governatore lombardo Roberto Maroni che ha minacciato i sindaci lombardi di tagliargli i fondi qualora accogliessero i migranti dei rispettivi comuni come chiesto da una circolare del Viminale: “Con le sue parole non sta cercando di far dimenticare le difficoltà che incontra visto le indagini le riguardano. È un leghista, e la Lega in questo momento non ha bisogno di cercare consensi”. Poi l’attacco agli esponenti del governo e ai prefetti: “Dovrebbero andarsene a casa tutti”  di Fabio Abati