Se De Luca sarà eletto governatore della Campania, dovrà sentire il fiato del Movimento 5 Stelle sul collo“. Così il deputato M5S Luigi Di Maio, durante la diretta elettorale condotta da Enrico Mentana, su La7, risponde a una domanda del direttore de ilfattoquotidiano.it, Peter Gomez. “Noi abbiamo fatto decadere De Luca da sindaco di Salerno” – spiega il parlamentare – “quando la sua carica era incompatibile con quella di viceministro. In questa tornata De Luca deve necessariamente rispettare la legge e lui sa bene che è ineleggibile per la Legge Severino. Faremo tutto quello che serve per affermare la legalità, soprattutto in una regione come la Campania dove i cittadini hanno avuto il coraggio di ribellarsi, votando come prima forza politica il M5S. In quella stessa regione oggi hanno arrestato un presidente di seggio e hanno schedato 2 che vendevano i voti a 20 euro fuori dai seggi”. Sulla offerta dell’assessorato all’Ambiente da parte di Emiliano al M5S, Di Maio frena: “Stiamo parlando di una cosa che il Movimento non ha ancora avuto modo di recepire. Aperture o no non posso rispondere all’una di notte mentre lo spoglio è ancora in corso“. E sottolinea: “Sappiamo che il M5s è primo in tre regioni. Questo è un risultato clamoroso, che lancia un segnale al presidente del Consiglio: si deve fare il reddito di cittadinanza. Non vogliamo poltrone, vogliamo il reddito di cittadinanza prima dell’estate”