Scontro a Porta a Porta (Rai Uno) tra la firma de Il Fatto Quotidiano, Andrea Scanzi, e la giornalista de Il Corriere della sera, Maria Teresa Meli. Il tema del dibattito verte sulla politica di Renzi, sul quale Scanzi rileva svariati punti in comune con Silvio Berlusconi. Maria Teresa Meli replica: “Fare il paragone tra un signore di 80 anni e un signore di 40 anni è una cosa ridicola, che rende vecchio chiunque lo faccia. Saranno identici per te, ma non per mia figlia e per mio figlio. Tu sei già vecchio per i miei figli: ti sentono parlare e dicono: ‘Quel signore è vecchio’”. Scanzi elenca i tratti che accomunano Renzi e il Cavaliere. E aggiunge: “Non è che se cambia l’anagrafe, sono diversi: uno è l’allievo, l’altro è il maestro. E i tuoi figli sono i tuoi figli, poi ci sono altri figli che diranno che Renzi è simile a Berlusconi. I tuoi figli ora rappresentano tutta l’Italia?”. Gli animi si scaldano, la Meli ribadisce che tra Renzi e Berlusconi ci sono due generazioni di distanza. Scanzi replica: “Cosa vuol dire? Montanelli a 95 anni era più giovane di Renzi. Perdonami, Meli, ti posso dare un consiglio? Sciogli un piccolo dubbio che gli italiani hanno negli ultimi mesi: candidati. Io sono settimane che non riesco a capire se fai la giornalista o l’addetta stampa del renzismo