“Stanno massacrando la democrazia li’ dentro. E’ diventato un luogo pericolosissimo”. Lo ha detto Beppe Grillo, parlando con i giornalisti fuori da Montecitorio durante un sit-in del M5S, facendo riferimento alle espulsioni che hanno colpito sessantadue deputati del M5S, dopo i disordini seguiti alla seduta fiume sulle riforme Costituzionali dello scorso febbraio alla Camera dei Deputati. Per il leader del M5S: “Il Parlamento e’ il posto meno democratico che esista”. E ai suoi parlamentari che gridono “onestà, onestà” urla: “Ha ragione la Boldrini, quella figlia di… Quella figlia di… Una madre onesta, o vi avrei mandato fuori a vita”. Ed ancora: “La dovete smettere di dire queste parole in Parlamento. Voglio capire come vi siete trasformati in cosi’ breve tempo. State esagerando”. Poi Grillo indicando la Camera dei Deputati: “Dobbiamo mandare via questa gente qui, possibilmente con le buone perché noi siamo contro la violenza. Ma questo è diventato un luogo pericoloso” di Manolo Lanaro