“Sono sorpreso, non ne capisco la ratio. Mi pare che ci sia la volontà di strumentalizzare, di sottrarsi al confronto e di ricavare qualche beneficio politico in questo passaggio”. Così il vice segretario del Pd, Lorenzo Guerini, commenta l’Aventino annunciato dalle opposizioni in commissione alla Camera. “Se qualcuno intende consegnarsi all’irrilevanza è una sua scelta”, continua Guerini, che sulla sostituzione dei dieci parlamentari della minoranza dem in commissione Affari Costituzionali rivendica “il diritto del Pd di operare questa scelta, applicando i regolamenti parlamentari. Una vicenda”, chiosa Guerini, “che tutti stanno vivendo con estrema serenità”  di Manolo Lanaro