“Sulla legge elettorale il dibattito ormai è fra Renzi e Renzi. Ha la maggioranza in direzione e gliela lasceremo, può ottenere anche il 100% dei consensi, ma per una volta tutta la minoranza non partecipi al voto”. Così il dissidente democratico Pippo Civati  (deputato dem) ai microfoni de ilfattoquotidiano.it alla vigilia della direzione del Pd sull’Italicum in cui la minoranza dem che chiede modifiche al provvedimento si confronterà con la minoranza renziana. Civati ribadisce: “Non parteciperò ad un dibattito già definito in partenza, se imposta le cose fra prendere o lasciare noi lasciamo”, continua a margine della seconda edizione del ‘Giorno Legale’, organizzato in contemporanea a Roma e Milano dato che è un tema “che l’esecutivo non sta affrontando al 100%”. “L’area bersaniana, deve decidere se stare con Renzi o no. L’Italicum è un punto di svolta per la minoranza – conclude – deve decidere se abbracciare il renzismo o marcare la differenza. Non possiamo solo avere rancore verso Renzi, dobbiamo fornire delle proposte”  di Annalisa Ausilio