“Chiedete scusa tu, Santoro e quella merda di Travaglio, per tutte quelle trasmissioni schifose. Avete spiato dal buco della serratura, vergognatevi!”. Tra la cinquantina di militanti di Forza Italia, che attendevano l’arrivo di Silvio Berlusconi, fresco di assoluzione in Cassazione per il caso Ruby, nella sua residenza romana, uno così si rivolge a Luca Bertazzoni, giornalista di Servizio Pubblico. “Con quale coraggio vieni qui? Chiedete scusa a Berlusconi”, grida più volte in modo minaccioso, fin quando non viene allontanato da un altro manifestante  di Manolo Lanaro