“Una rivoluzione democratica, la gente imparerà a respirare il gusto della libertà, a non avere paura e a non essere obbligata a trovarsi un padrone o un padrino politico”. Così il vincitore delle primarie del centrosinistra per la Regione Campania, Vincenzo De Luca, giunto poco dopo la mezzanotte nella sede regionale del Pd a Napoli. “E’ stata una sfida eroica – ha aggiunto De Luca che in conferenza ha ringraziato gli altri contendenti, il partito campano e il segretario nazionale. “Renzi ci ha dato fiducia facendo svolgere le primarie e c’è stata una partecipazione straordinaria nonostante il percorso tormentato”. Un percorso che adesso non è del tutto in discesa. Per De Luca infatti, gli effetti della legge Severino potrebbero rappresentare un nuovo handicap perché qualora vincesse le regionali, pur essendo candidabile ed eleggibile, per 18 mesi non potrebbe svolgere le funzioni di Presidente. Abbiamo provato a chiedere a De Luca cosa potrebbe succedere qualora vinc esse le elezioni che lo vedranno sfidare il centro destra di Caldoro, senza però ottenere risposte   di Fabio Capasso