“Credo che l’accordo con la Svizzera sia un passo importante, ma arriva dopo tre anni di dibattito, quindi chi voleva nascondere i soldi a questo punto lo ha già fatto”. Così il segretario generale della Cgil Susanna Camusso, a margine di un convegno sugli effetti del Jobs act, commenta commenta l’intesa in materia fiscale fra Italia e Svizzera che elimina Berna dalla black list. Camusso è critica anche sugli effetti economici dell’accordo: “Gli economisti stimano cinque miliardi nelle casse dello Stato? Mi sembrano cifre fantasiose“. “Non azzardiamo numeri – replica il responsabile economia e lavoro Pd Filippo Taddei – ma gli effetti non saranno trascurabili, pensiamo solo in Svizzera ci sono 200 miliardi di risparmi di italiani”  di Annalisa Ausilio